CARP Trasporti: una partnership di successo con TIMOCOM

Grazie ad una partnership di lunga data con TIMOCOM, la CARP Trasporti, realtà consolidata nei trasporti nazionali ed internazionali, continua ad ampliare i propri orizzonti

Molte aziende si sono ritrovate a ricalibrare le proprie attività sul breve periodo e a dover mostrare la maggior flessibilità possibile per reagire positivamente alle fluttuazioni del mercato. Tutto sommato dopo il crollo dei flussi durante i periodi di lockdown nazionali, il settore di trasporti e logistica sembra essersi avviato verso una fase più vantaggiosa per gli operatori di trasporto.

In questo particolare periodo TIMOCOM è stata al fianco delle aziende continuando ad offrire e soprattutto innovando i propri servizi. Si sono create nuove relazioni e consolidate vecchie partnership che vale la pena raccontare, come ad esempio la storia di successo della CARP Trasporti. Elisabetta Tamburini, addetta al traffico in qualità di disponente fisso, una figura centrale all’interno dell’organizzazione dei trasporti, ci ha spiegato la sua realtà lavorativa e i frutti colti dalla collaborazione con TIMOCOM.

CARP Trasporti: lo sguardo al di là dei confini

La Cooperativa CARP, nata a Fano nel 1973, grazie all’iniziativa di alcuni “padroncini” locali, è oggi un’importante realtà d’impresa nell’ambito dei trasporti nazionali ed internazionali. Con all’attivo circa 20mila viaggi all’anno mette a disposizione dei propri clienti una flotta di 150 camion ultramoderni dotati tutti di dispositivi GPS per monitorare la merce in tempo reale garantendo ai committenti maggiore visibilità e sicurezza. «La nostra realtà aziendale opera nei campi più disparati – racconta Elisabetta Tamburini –: settore alimentare refrigerato e non, merce generale sfusa e pallettizzata, liquidi sfusi, petrolifero, cereali sfusi, rifiuti e tanto altro ancora».

La collaborazione con TIMOCOM è nata oltre dieci anni fa, per la precisione nel 2009. «All’epoca necessitavamo di viaggi nazionali in Francia per spostare i nostri mezzi verso i punti di carico per il ritorno in Italia – prosegue –. Però ci mancavano conoscenze e contatti locali affidabili ai quali rivolgerci. Così a Mario Maroncelli, il nostro import-export manager, venne l’idea di rivolgersi a TIMOCOM»

Fare rete con TIMOCOM

L’inizio della partnership con la CARP Trasporti si innesta nel mezzo di un forte percorso di crescita del sistema di TIMOCOM nel mondo della logistica italiana. Infatti, la borsa trasporti di TIMOCOM, da oltre 20 anni, è uno dei più rilevanti marketplace per l’incontro di domanda e offerta di trasporti in 44 paesi europei. Quotidianamente lavorano con lo Smart Logistics System oltre 135mila utenti che si scambiano a loro volta 800mila offerte di carichi e veicoli. In particolare, sono oltre 1.500 le imprese italiane facenti parti della rete di TIMOCOM.

Proprio sfruttando il network di TIMOCOM, la CARP Trasporti ha potuto ovviare al suo problema con facilità. «Grazie alla vostra collaborazione abbiamo intercettato nuovi clienti oltralpe – aggiunge Elisabetta Tamburini -. Non solo: abbiamo ampliato la rete dei clienti fissi e anche quella dei fornitori, potendo rimettere sul mercato il surplus della nostra offerta, quando necessario».

La longevità della collaborazione dimostra quanto il sistema di TIMOCOM sia diventato una parte integrante per il costante sviluppo del business dalla CARP Trasporti. «Alcune applicazioni dello Smart Logistics System di TIMOCOM sono diventate fondamentali nella nostra attività quotidiana – sottolinea ancora Elisabetta Tamburini –. Si rivela di importanza decisiva nella disposizione dei mezzi, per esempio nel caso in cui si presenti l’opportunità di sperimentare linee verso nuove destinazioni oppure nei momenti in cui il traffico abituale scarseggia».

Ad esempio, proprio nei periodi in cui le movimentazioni erano ridotte a causa della pandemia, oppure a causa della situazione di incertezza creata dalla Brexit, piuttosto che in relazione a dinamiche di mercato legate alla stagionalità di determinate merci, un utilizzo costante e metodico della Borsa Carichi diventa determinante per migliorare la gestione e l’utilizzo ottimale della flotta. «In certe situazioni diventa vitale allargare il nostro “orizzonte” spingendoci con i mezzi sino in Spagna o in Svezia, nazioni che solitamente non serviamo – aggiunge –. Per rientrare contiamo sulla ricerca in borsa carichi, e qui TIMOCOM è senza dubbio un punto di riferimento imprescindibile. Grazie alla borsa carichi entriamo in contatto con almeno 5/6 nuovi clienti ogni settimana e con alcuni di essi si riescono anche a costruire relazioni commerciali stabili».

«L’unione fa la forza»: soluzioni rapide e vantaggiose

Al dinamismo del mondo della logistica bisogna rispondere con velocità di reazione e riflessi pronti. Lo sa bene Elisabetta Tamburini: «In questo lavoro serve essere sempre carichi: a volte si può essere sommersi di telefonate, email, problemi da risolvere ed impazzire per affrontare tutto, senza avere un minuto per buttare giù un boccone. La dinamicità è senza dubbio un tratto caratteristico del settore, che richiede svariate conoscenze trasversali: logistiche, giuridiche, culturali e spesso anche di psicologia. Ciò che generalmente ci mette alla prova è la necessità di trovare proposte e soluzioni che possano soddisfare tutti i diversi attori coinvolti nella gestione delle spedizioni».

TIMOCOM supporta le aziende utilizzatrici dello Smart Logistics System nella ricerca di soluzioni volte a migliorare la gestione complessiva del processo di trasporto. Una delle parole d’ordine nel settore dei trasporti è ottimizzazione, la quale si concretizza con strategie capaci di creare valore per l’azienda (non solo economico) e anche per il contesto in cui opera. Uno dei principali problemi per un operatore del trasporto è ovviare ai viaggi di ritorno a vuoto. Non costituiscono solo una perdita economica, ma sono da evitare anche ai fini della sostenibilità ambientale, tematica presa sempre più in serie considerazione da tutte le realtà del settore, come la stessa CARP Trasporti.

«I servizi delle borse carichi si rivelano fondamentali perché consentono di rintracciare contatti locali e stringere nuove relazioni, evitando potenziali “ritorni a vuoto”, quindi perdite economiche a volte consistenti – spiega ancora Elisabetta Tamburini –. Allo stesso tempo permettono di intercettare nicchie di mercato in aree geografiche che altrimenti si eviterebbero e dalle quali si rimarrebbe quindi esclusi».

Nel campo della logistica il motto «l’unione fa la forza» è più che mai azzeccato. Affidarsi allo Smart Logistics System di TIMOCOM offre l’occasione di acquisire nuovi contatti ed allargare la propria rete commerciale. Allo stesso tempo le aziende che stabiliscono una partnership contribuiscono alla crescita del nostro network e ci permettono di offrire sempre più servizi tanto innovativi quanto tecnologici.

torna in alto